mercoledì 8 ottobre 2014

Panini dolci agli albumi

La storia è sempre la stessa.....mi sveglio già con un pensiero in testa e ci giro e rigiro intorno quasi a esorcizzarlo (chissà poi perchè) fino a che non scatta quel "nonsochè" e mi prende la frenesia...devo farlo anche stavolta e non mi fermo al primo step, percorro strade oscure e impervie per raggiungere un compromesso tra me stessa e il gusto...e il passaggio all'acting out è breve: spiano, stendo, pirlo e  impasto ghirigori farinosi della consistenza di una nuvola -  e nel mentre mi imbatto in "eurekee" illuminazioni svuota-frigo e una nuova creatura è nata....una nuova storia, una nuova coccola, un nuovo amore.....tra le mie mani &....il forno!!!

Ingredienti:
200 g di farina 00
200 g di farina Manitoba
15 g di lievito di birra
80 g di zucchero semolato
60 g di burro a pomata
1 uovo intero (circa 50 g)
170 g di albumi
i semini di 1/2 bacca di vaniglia
buccia grattugiata di limone
1 fialetta di rum
1 cucchiaino scarso di miele

Preparazione:
Versate nella ciotola della planetaria le farine, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, l'uovo, i semini della bacca di vaniglia e la buccia di limone.



Azionate la macchina a velocità moderata e versate pian piano gli albumi. Lavorate a lungo, aumentando gradatamente la velocità e continuate fino a che l'impasto non sarà incordato, cioè finchè non otterrete un composto omogeneo, sodo ed elastico. Aggiungete il burro in pomata a più riprese, la fialetta di rum ed il miele. Non preoccupatevi se l'impasto sembrerà perdere consistenza: man mano che il burro sarà assorbito completamente tornerà elastico e sodo, riprenderà cioè l'incordatura; fate la prova velo per constatare la giusta consistenza della pasta. 



A questo punto lasciate puntare (riposare) l'impasto - anche nella ciotola stessa della planetaria -  per 15-30 minuti, poi rovesciate su una spianatoia leggermente infarinata



e tirate un rettangolo, fate 2 pieghe a 3 (come nelle foto in sequenza) e pirlate ben bene. Riponete a lievitare in frigo in una ciotola leggermente unta e coperta con pellicola per alimenti per almeno un paio d'ore (o comunque fino al raddoppio del volume iniziale). 


Trascorso questo tempo dividete l'impasto in tanti pezzi del peso di circa 60 g ciascuno, stendete delicatamente in piccoli rettangoli e piegate a 3 (vd. sequenza foto sotto), arrotondate a pallina  e ponete  su una teglia rivestita con carta forno o abbondantemente infarinata. Distanziatele tra loro, calcolate che gonfieranno parecchio e coprite con pellicola per alimenti. Lasciate a lievitare in ambiente tiepido (28°-30° C) o nel forno spento con la sola lucina accesa ed un pentolino pieno d'acqua calda.










Al raddoppio (io le ho lasciate in lievitazione tutta la notte) togliete la pellicola con cui le avevate ricoperte  e lasciate le palline scoperte e a temperatura ambiente per una mezz'oretta , spennellate poi con una miscela di panna (o latte) e tuorlo in ugual misura ed infornate in forno statico a 170 ° C per circa 10-15-minuti.





Sfornate e fate raffreddare su una gratella, poi servite semplici o spolverati con zucchero a velo. La consistenza è quella dei panini da aperitivo, solo sono un pò più dolci




















.....la prossima volta voglio provare ad aggiungere del latte nell'impasto, così da renderli  un pò più "briosciosi".....per ora affogateci dentro nutella, panna, crema o quel che preferite.....noi ci vediamo al prossimo esperimento!!! ;)




10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ahhh panini golosi, io volere subito :P
andreadz

Lu.C.I.A. Tra Cucina e pc ha detto...

Ahahahah, vedo che oggi ci siamo messe daccordo! :-) Abbiamo pubblicato entrambe delle brioches morbidissime... e... con quasi la stessa storia! AHAHAHAH
Comunque, ottimissime anche le tue!!!

Luna B ha detto...

Tha's amore! Io sono di carattere molto testarda per cui quello che devo ottenere lo ottengo a tutti i costi o almeno ci provo ad ottenerlo, difatti poi dò certe craniate ma almeno non ho rimpianti!!!! Tu in cucina sei come me, ti viene una cosa in testa e sino a quando non l'hai realizzata non demordi :D E guarda che risultati poi, sono perfetti, lucidi e tondi, fai concorrenza a Giotto per quanto sono rotondi!

Marikacakes ha detto...

Andrea.....te li mando via fax, come avevamo detto! ;) Tieniti pronto....ahahahah.... ;)

Marikacakes ha detto...

Ciao Lucia, sono andata a vedere di corsa il tuo post....ahahahah.....hai ragione, sembra fatto apposta!!!!! Questa è malattia, non passione......ti rendi conto?! Io li proverò senz'altro i tuoi cornetti di pasta brioche bi-color....troppo belli!!!

Marikacakes ha detto...

Luna, analisi davvero azzeccatissima....è che io così testarda lo sono anche nella vita, mica solo in cucina e forse non sempre è un bene!!! Aspetto sempre con ansia i tuoi commenti , lo sai....sei unica, ogni volta riesci a stupirmi!!!! Stavolta addirittura paragonarmi a Giotto.....sarai un pochetto de parte!?! Sto ridendo ancora..... comunque mi sento davvero soddisfatta stavolta: un impasto "sperimentale" senza capo nè coda, senza dosi precise nè bilanciamenti particolari tra gli ingredienti.....ad occhio e basta....il risultato è stato pura fortuna!!!! Poteva anche non riuscirmi, no?! Però per fortuna ce l'ho fatta... ;)

Kate I ha detto...

so delicious post:)! please visit me in free time:) http://mesmerize87.blogspot.com/

milicocinillas Sin Lactosa ha detto...

Madremia que buena pinta !!! la pena es la mantequilla pero te han quedado de 10 !! un besete y Gracias por al receta guapisima
Milicocinillas

Marikacakes ha detto...

Kate, thanks.....I come and visit you soon....have a nice sunday! ;) Bye

Marikacakes ha detto...

Gracias por las felicitaciones, eres lindo ..... mantequilla lamentablemente no puede ser eliminado de la receta ..... pero tal vez más pronto o más tarde un experimento sin....un beso ....;)